Récréâtrales, il festival di teatro contemporaneo ad Ouagadougou.

Si terrà dal 28 ottobre al 5 novembre 2022 la 12a edizione del festival di teatro chiamato Récréâtrales. L’annuncio è stato dato lo scorso 5 giugno da Aristide Tarnagda, direttore generale, nel corso di una conferenza stampa ad Ouagadougou (più precisamente Gounghin) dove si terrà la kermesse. In questa edizione vi saranno ovviamente spettacoli teatrali, e poi incontri a tema, serate musicali, uno spazio dedicato ai più piccoli, ed un ciclo di letture di testi drammatici di autori africani francofoni. Alla manifestazione sono attesi più di quindici paesi dall’Africa e da fuori continente.

Per quest’anno il tema scelto è “Faire visage”, tratto dal romanzo “Silence du choir” del senegalese Mohamed Mbougar Sarr; si tratta di un romanzo ambientato in Sicilia, un ritratto della vita quotidiana dei migranti africani nell’isola, che gli è valso i premi per la letteratura mondiale ai festival “Étonnants Voyageurs de Saint-Malo” e quello per il romanzo migliore da parte dei lettori della città di Saint-Denis nel 2018.

Nel corso della conferenza stampa, è stata mostrata un’anteprima del programma: sul palco si sono esibiti bambini, giovani e donne del distretto di Gounghin. Secondo Aristide Tarnagda è infatti fondamentale coinvolgere le nuove generazioni, già a partire dalla tenera età, allo scopo di garantire la continuità nel tempo della tradizione teatrale. Ciò rappresenta uno degli obiettivi principali di Récréâtrales.

Il festival Récréâtrales rappresenta, secondo gli organizzatori, uno dei maggiori eventi di teatro contemporaneo in Africa. Esso promuove l’arte e la sua diversità, ne incentiva lo sviluppo e la ricerca, la creatività e la divulgazione; per Aristide Tarnagda, l’arte rappresenta la cura contro l’imbarbarimento dell’essere umano.