Rss

Sogni in tempo di guerra

Sogni in tempo di guerra
Title: Sogni in tempo di guerra
Genre:
Language: Italiano
Publisher:
Published: 2012
ISBN: 8816530057
ISBN13: 978-8816530058
Page Count: 221
sist: 10 3 NGUG

Ngugi Wa Thiong’o, fra i piú grandi scrittori africani viventi, dispiega in queste pagine il racconto della sua infanzia e prima adolescenza con disarmante semplicitá e freschezza.
Scrittore capace di esplosiva denuncia politica (Petali di sangue, Jaca Book, 1979) e di complesse tessiture polifoniche del mondo keniano post-indipendenza (Un chicco di grano, Jaca Book, 1978, 1997), raccoglie qui le sue energie di narratore distillandole in un linguaggio immediato, che si fonde con il racconto di se stesso ragazzino, ma che progressivamente va amplificandosi nei grandi eventi storici in cui il protagonista si trova immerso.
Prendendo le mosse dai piú lontani ricordi del suo gruppo familiare, tutta l’esistenza raccolta nelle cinque capanne del padre e delle sue quattro mogli, la storia personale del bambino finisce per incontrarsi e scontrarsi con quella di un Kenya scosso dai fermenti indipendentistici e dalla dura repressione del governo britannico.
Il fascino della parola pervade tutto il libro e questa voce semplice che riesce a darsi il grande Ngugi finisce per spiegare l’Africa meglio di qualsiasi saggio storico o politico e insieme a toccare corde universali sulle sfide della crescita in un mondo spesso incomprensibilmente duro e violento.
Profondamente umanistica la risposta al doloroso mistero del male che attraversa queste pagine: il bambino spinto a scuola dalla madre, luminosa figura che accompagna schivamente tutto il racconto, trova nella conoscenza il seme di una libertà, personale e collettiva, che ancora deve compiersi.

Ngugi Wa Thiong’o (Limuru, Kenya, 1938) romanziere, drammaturgo e saggista, è la principale figura letteraria dell’Africa orientale ed è considerato fra i massimi esponenti della letteratura africana, al pari dei nigeriani Wole Soyinka e Chinua Achebe.
Dopo aver studiato al Makerere University College di Kampala (Uganda) e alla Leeds University, Ngugi ha cominciato a raccogliere il plauso della critica e del pubblico con il suo primo romanzo (Se ne andranno le nuvole devastatrici Jaca Book, 1976), ma è con Un chicco di grano (1967) che ha guadagnato fama internazionale. Dopo aver insegnato per un decennio all’Università di Nairobi (1967-1977), pubblica Petali di sangue (1979), romanzo in cui si condensa la veemente critica dell’autore sulle ingiustizie del Kenya postcoloniale, vero caso letterario all’epoca, ma anche politico, tanto da provocarne l’arresto e la prolungata detenzione. Ritornato libero, Ngugi lascia il paese, iniziando un lungo periodo di esilio che lo avrebbe condotto a insegnare in varie università in Inghilterra e poi negli Stati Uniti. Con il periodo della detenzione ha luogo anche una svolta letteraria nella produzione di Ngugi, che decide di scrivere i suoi romanzi nella nativa lingua gikuyu e non piú in inglese, da Devil on the Cross (1982) a Matigari (1986) e, dopo oltre vent’anni, Wizard on the Crow (2006).
Presso Jaca Book è in preparazione Decolonizzare la mente, traduzione del suo saggio del 1986 Decolonizing the Mind. The Politics of Language in African Literature.

 

Bianca

I commenti sono chiusi.