Rss

Panafrican Robotics Fair (PARF) a Ouagadougou nel 2021.

Panafrican Robotics Fair (PARF). Questo è il nome dell’evento dedicato alla robotica, che si terrà per tre giorni a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, a metà maggio 2021.

Industry 4.0L’obiettivo dei promotori dell’evento è quello di riunire tutta l’Africa intorno a questa branca della tecnologia, indicata come un mezzo per affrontare le sfide future del continente. L’evento, in programma precisamente dal 13 al 15 maggio 2021, salvo complicazioni dovute all’emergenza del Covid-19, riunirà tutti gli stakeholder africani operanti nel settore, ma anche quelli facenti parte della diaspora e gli attori internazionali.

Fra le attività in programma vi è un omaggio a tutti gli inventori neri del mondo (e mai come in questo momento di tensioni razziali negli USA e nel mondo un tale messaggio può rivelarsi significativo). L’argomento principale però verterà sulla robotica ed i suoi impieghi, soprattutto con riferimento alle attività svolte sul territorio o comunque di una certa rilevanza, come per l’uso medico ed agricolo.

Il PARF nasce sotto l’egida di MOV’UPAFRICA sarl, guidata da Evrard Jean Kevin Moné, già noto nel mondo degli eventi come presidente de L’Académie des Sotigui des Arts Cinématographiques Africains et de la Diaspora, attraverso cui vengono organizzati i Sotigui Awards, dedicati alla settima arte.

Con il suo team, egli mira ad attirare i professionisti della robotica dall’Africa e dal mondo verso il Burkina Faso, e rendere PARF un evento significativo all’interno dell’agenda internazionale del continente. PARF non è infatti l’unico evento che tratta di robotica in Africa, ma è l’unico in Burkina Faso; una nazione che, secondo l’organizzazione, necessita fortemente di questo tipo di incontri per poter avvicinare aziende ed investitori ad una scienza che rappresenta una grande opportunità per il paese: “Dobbiamo progettare il nostro futuro”, ha affermato con convinzione.

Fiere e manifestazioni a sfondo tecnologico stanno negli ultimi anni diffondendosi sempre più anche nella regione dell’Africa Sud Saheliana, a conferma della vivacità di una scena limitata sotto molti aspetti (finanziario, logistico, ecc.) ma con molte idee e desiderosa di affermarsi. Ciò grazie alle eccellenze anche provenienti dalla diaspora, le quali decidono di investire il proprio talento nelle nazioni d’origine.

Fonte: vari quotidiani locali

I commenti sono chiusi.