Installazione di 2 radio trasmittenti nei villaggi di Laba (prov. del Sanguie) e Pissila (prov. di Sanmantenga) [2017].

Nota: la parte di progetto relativa a Laba nel comune di Zawara è descritta più dettagliatamente in questa pagina

Progetto realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma Trentino Alto Adige (€ 19.417,88) e Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano (€ 3.000).

Acquisto di due radio trasmittenti professionali complete ciascuna di antenna in grado di trasmettere ad una distanza di 80-100 Km. in direzione Boromo e Ouagadougou.

La radio di Pissila verrà orientata verso Nord direzione Dori mentre quella di Laba a sud direzione Kaya dove il gruppo Amici del Burkina-Faso ha già realizzato alcuni programmi a favore delle donne.

Mentre  Zawara conta 16 villaggi con 35 mila abitanti, Pissila conta 68 villaggi con circa 100 mila abitanti.
Quella di Laba sará situata proprio nel villaggio di Laba che risulta essere il baricentro del Comune di Zawara, in un edificio messo a disposizione dal Comune stesso, mentre quella di Pissila in centro città.

La gestione è assicurata da un apposito Comitato di gestione. La radio sarà comunale.
Sono state previste circa 3000 euro per le spese di formazione ed istallazione a cura di tecnici del ministero delle comunicazioni e di specialisti in istallazione multimediali.

Le spese di mantenimento delle due strutture saranno ricavate dalle entrate di inserzioni per matrimoni, funerali, comunicati stampa del governo, corsi formativi ecc. ad opera dei vari servizi tecnici indirizzati agli adulti nelle varie lingue nazionali usate in loco: nuni, diula, moore. fulfulde.
La direzione nazionale delle radio rurali ha concepito numerosi programmi formativi e interattivi per accompagnare il mondo contadino e fornire informazioni anche sulla democrazia, la partecipazione cittadina ecc…

La città gemella di Laba, chiamata Pissila, ha formalizzato numerosi scambi nati dal matrimonio tra cittadini delle due località. Attraverso emissioni sincronizzate verranno condivisi molti programmi onde fluidificare gli scambi.

Laba e il comune di Zawara dispongono di foresta, mentre Pissila non ne ha: il carbone da ardere e la legna sono stati i prodotti di scambio e poi anche il commercio di cereali e animali sono stati scambiati tra i due centri. Con l’intensificarsi delle relazioni a oltre 350 km di distanza, Pissila, arida e produttrice di capre e ovini, Zawara produttrice di legna e burro di karite e presto di foraggio per il bestiame si scambieranno anche questi prodotti.
Le unioni matrimoniali numerose poi hanno condotto i due sindaci a creare delle sinergie in vista di uno sviluppo armonioso tra le due realtà cosi diverse ma complementari.

La radio è completa anche di microfono ed attrezzature per effettuare interviste esterne, utili ad esempio per coinvolgere i villaggi più distanti.
La popolazione bersaglio sarà di oltre 5000 mila persone e di sicuro la realizzazione del progetto sarà un freno all’ emigrazione.

Oltre ai giornalisti, animatori in lingue locali, ci saranno tecnici per la manutenzione.
Il governo offre degli stage al personale dei comuni che ne fanno richiesta per essere addestrati e stipula delle convenzioni di collaborazione con i comuni che hanno in proprio una radio.

In un paese dove  l’analfabetismo raggiunge quote superiore a 70%, la radio diventa lo strumento unico per aprire le menti, gli orizzonti e la finestra sul mondo.

Inoltre, senza stampa, la radio fa da giornale, da televisione ecc…in quanto unico organo di informazione in tutte le lingue ma anche di animazione culturale e professionale grazie al quale i vari professionisti, mamme. bimbi e tutti possono ricevere educazione e consigli attraverso dei programmi studiati bene.
Infine consente anche ai cittadini di seguire in diretta i dibattiti pubblici e eventi che riguardano il loro quotidiano.

RiRiporto quanto fatto a Dori e lo stesso dovrebbe essere fatto sia a Laba che
a Pissila.
 
Dott.Bationo Danyipo Gerome

EmiLia Cervato

Bressanone, 27.09.16