Contrasto al terrorismo, il bollettino militare del 24 ottobre 2021.

Nell’ultima settimana vi sono stati alcuni attacchi terroristici nei confronti di gendarmi e soldati.

Burkina Faso Counter Terrorism Company receives training and equipment
Burkinabe soldiers of the 25th Regiment Parachutist Commando Counterterrorism Company participate in classroom discussions with trainers from U.S. Army Africa’s Regionally Aligned Force, 1st Battalion, 63rd Armor Regiment, 2nd Armored Brigade Combat Team, 1st Infantry Division. Classroom and field exercised were featured during a recent train and equip event. USARAF and Special Operations Command Africa worked together to support the event that is part of the Trans Sahara Counterterrorism Partnership, known as TSCP. (U.S. Army Africa photo) License CC BY 2.0

Operazione delle forze del settore settentrionale.
Il 20 ottobre 2021, il distaccamento militare delle forze del settore nord, a Missiguima, nella provincia di Sanmantenga, ha respinto un attacco armato da parte di individui non identificati. Quattro soldati sono rimasti leggermente feriti, cinque terroristi uccisi e circa 15 motociclette recuperate.

Nello stesso giorno, durante un pattugliamento nella zona di Sampela, provincia di Sanmantenga, un’unità militare ha intercettato ed arrestato alcuni individui che trasportavano illegalmente una grande quantità di carburante, forse destinata a gruppi di terroristi.

Il 22 ottobre 2021 un ordigno esplosivo è stato rilevato e distrutto da un’unità del distaccamento militare di Bourzanga.

Operazione delle forze del settore centrale e orientale.
Durante una missione di ricognizione il 20 ottobre 2021, un veicolo della gendarmeria è finito su di un ordigno esplosivo improvvisato, nelle vicinanze di Tanwalbougou. Un gendarme è morto e altri due sono rimasti feriti.

Operazione delle forze del settore occidentale e meridionale.
Il 20 ottobre 2021, una pattuglia è incorsa in alcuni ordigni esplosivi nell’area di Mangodara. Il bilancio mostra un soldato ucciso e un altro ferito.

Il 22 ottobre 2021, la Brigata della Gendarmeria Djibasso (Boucle du Mouhoun) è stata attaccata da individui armati. La reazione delle forze dell’ordine pare abbia portato ad un numero imprecisato di vittime fra gli attaccanti. Nessuna vittima fra i gendarmi, ma alcuni blindati parcheggiati sono stati danneggiati.

Nel frattempo, è stato prolungato di altri 60 giorni il coprifuoco nella regione orientale: dalle 24:00 alle 4:00 nel comune di Fada N’Gourma e dalle 22:00 alle 4:00 nelle altre località.