Ucciso il terrorista Abu Bakr al-Baghdadi dalle forza di sicurezza francesi.

Adnan Abou Walid al-Sahraoui
Adnan Abou Walid al-Sahraoui. License: public domain. Source: US State department (2018)

Notizia rilevante giunge da Radio France Internationale (RFI): Adnan Abou Walid al-Sahraoui, storico leader degli jihadisti e del ramo IS nel Sahel, è stato ucciso da non precisate forse di sicurezza dell’esercito francese. I dettagli dell’operazione non sono stati ancora resi noti. La notizia è stata confermata anche da Emmanuel Macron sul suo profilo Twitter. Anche Rainews ne ha dato notizia.
Adnan Abou Walid al-Sahraoui è ritenuto responsabile di attacchi in Niger, Mali e Burkina Faso, rivolti sia contro i civili che contro le forze di sicurezza della regione, causando centinaia vittime. Sulla sua testa pendeva una taglia di 5 milioni di US$. Nato nel 1973 in Marocco da una ricca famiglia di commercianti fuggita in Algeria, iniziò a soffrire di depressione in seguito a malattia nel 2004. Si rifugiò nella religione e si radicalizzò. Dal 2011 iniziò la sua carriera come jihadista, divenendo un fedele sostenitore del famigerato Abu Bakr al-Baghdadi.