Perkoa, notizie contrastanti si accavallano.

Nella giornata di lunedì 16 maggio, alcuni organi di stampa hanno pubblicato dichiarazioni di non meglio precisati individui informati dei fatti, secondo cui le pompe avrebbero svuotato l’acqua sino al livello del soffitto della camera d’emergenza dove potrebbero essersi rifugiati gli otto minatori dispersi, ma soprattutto che tale rifugio sarebbe stato completamente allagato.

Alla fine della giornata però, un comunicato stampa dei pompieri che laggiù operano ha smentito la notizia relativa all’allagamento della camera, affermando che dal poco che era al momento possibile osservare, l’interno della stanza non era visibile. Dunque occorreranno ancora diverse ore per liberare il cunicolo da fango ed acqua, onde permettere l’apertura della porta.

 

 

 

Fonte: Lefaso.net