Operazioni di contrasto al terrorismo dell’esecito.

Flag of Burkina Faso
Public Domain. Source: https://it.wikipedia.org/wiki/File:Flag_of_Burkina_Faso.svg

La Direzione della Comunicazione e delle Pubbliche Relazioni delle Forze Armate del Burkina Faso ha reso noto attraverso un comunicato, il risultato delle recenti azioni di contrasto al terrorismo. Nel periodo fra il 7 ed il 13 giugno 2021 sono state effettuate diverse perlustrazioni e perquisizioni nei pressi di Solhan, teatro dell’orribile massacro di 132 civili fra il 4 ed il 5 giugno. Una dozzina di terrororisti, secondo il comunicato, sono stati uccisi; sequestrati mezzi di locomozione motorizzati, carburante ed altro materiale, disinnescato un ordigno di tipo IED.
Ad Arbinda sono stati uccisi 15 terroristi e sequestrato altro materiale.
Fra le altre attività vi è stata la messa in sicurezza dei lavori di ripristino dell’energia elettrica a Sebba e dei lavori di asfaltatura sull’asse Dori – Gorom e servizi di scorta a convogli.
Il 7 giugno fra Fada ed Ougarou un IED è esploso al passaggio di un veicolo militare, causando la morte di 2 soldati ed un ferito.
A Kogolbarao, nella provincia di Bam, un militare e 6 Volontari per la Difesa sono deceduti a seguito di un imboscata, che ha causato anche 4 feriti e la perdita di equipaggiamento.

 

Fonte: Stato maggiore degli eserciti del Burkina Faso

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.