Operazioni contro i terroristi fra il 15 ed il 23 gennaio 2022.

Burkina Faso Counter Terrorism Company receives training and equipment
Burkinabe soldiers of the 25th Regiment Parachutist Commando Counterterrorism Company participate in classroom discussions with trainers from U.S. Army Africa’s Regionally Aligned Force, 1st Battalion, 63rd Armor Regiment, 2nd Armored Brigade Combat Team, 1st Infantry Division. Classroom and field exercised were featured during a recent train and equip event. USARAF and Special Operations Command Africa worked together to support the event that is part of the Trans Sahara Counterterrorism Partnership, known as TSCP. (U.S. Army Africa photo) License CC BY 2.0

Fonti di stampa hanno riferito nei giorni scorsi di 60 caduti fra i terroristi che imperversano nel Burkina Faso, appartenenti a diversi gruppi, grazie a diverse iniziative coordinate fra esercito burkinabé e forze armate francesi in seno all’interforza Barkhane. Il bilancio è stato successivamente aggiornato a 163; fra di essi anche il leader Mdouli dit Abdramane, responsabile di diversi attentati. L’operazione nella regione del Sahel è stata denominata LAABINGOL 1. Sono stati effettuati diversi arresti di sospettati, smantellate 4 basi ed un deposito, scoperti 6 ordigni, sequestrati armi, munizioni, veicoli, mezzi di comunicazione, cibo, medicinali ed altro materiale. Purtroppo un soldato è stato colpito a morte e due sono rimasti feriti.

Nei giorni successivi è arrivata la risposta dei terroristi, che hanno attaccato i militari in diverse zone.
Presso Thiou sono stati uccisi 4 soldati e 2 sono stati feriti; a Filakoro un morto; a Tanwalbougou 2 feriti.

 

Fonte: Lefaso.net