Rss

Miniere e coronavirus, la situazione ad Essakane.

Lo scorso 5 ottobre si è tenuto nella capitale Ouagadougou un incontro fra il Primo Ministro del Burkina Faso Christophe Dabiré ed Oumar Toguyeni, vicepresidente senior per gli affari internazionali e lo sviluppo sostenibile della maggiore compagnia mineraria presente sul territorio, IAMGold. Scopo, riferire sulla gestione dell’emergenza Covid-19 presso gli impianti estrattivi della multinazionale e presentare i piani di sviluppo dell’attività.

Il manager non ha nascosto le difficoltà nel fronteggiare l’epidemia, rimarcando come la situazione sia tutt’ora difficile per tutti, soprattutto in materia di prevenzione e sicurezza. Come d’uopo, ha ringraziato autorità statali e locali per il sostegno, grazie al quale i lavori di estrazione dell’oro nell’impianto di Essakane sono proseguiti senza interruzioni, come anche nelle altre miniere del paese.

termociclatore PCR

Un Eppendorf Mastercycler 5330, termociclatore che esegue automaticamente i cambi di temperatura necessari per la PCR

Egli ha poi rimarcato il contributo dell’azienda allo sviluppo locale, che di concerto col governo canadese, il locale Ministero delle Risorse Idriche e la fondazione One Drop, si è manifestato con la realizzazione di 7 impianti di depurazione d’acqua per la città di Dori, nel Sahel. Inoltre la direzione della compagnia siè impegnata a fornire materiale per combattere l’epidemia alle città di Ouagadougou e Dori; per quest’ultima, è prevista l’installazione di un’unità di rianimazione e degli strumenti per i test della Polymerase Chain Reaction per il Covid-19, per permettere l’individuazione dei pazienti infetti. I tempi di consegna dovrebbero essere alquanto brevi, secondo il vicepresidente.

 

Fonte: Lefaso.net

 

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-Logo
Essakane Mine

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Essakane Mine 14.366200, 0.087500

I commenti sono chiusi.