“Impara la lingua e la danza Bissa”, corso estivo ad Ouagadougou.

Lingue del Burkina Faso (da Wikimedia)
Lingue del Burkina Faso (da Wikimedia) Source: Made from the map Image:Languages of Burkina Faso.png by Aymeric78 Author: Ewan ar Born

Dall’11 al 25 luglio 2022 presso il Lycée Privé Le Creuset a Ouagadougou si terrà la la prima edizione del corso “Impara la lingua e la danza Bissa”. Della durata di due settimane, esso è rivolto ai giovani dai 7 ai 21 anni interessati alla cultura Bissa. Fautore dell’iniziativa è il giovane insegnante ed intermediatore culturale Toban Valery Zigani.
L’idea è nata da una riflessione dello stesso sullo stato della diffuzione e conoscenza di tale cultura, di stirpe mandinga. Secondo il docente infatti, benché i Bissa siano diffusi nel paese, sono sempre meno quelli che parlano la lingua e conoscono le tradizioni, soprattutto fra giovani e bambini. Eppure secondo lui i giovani Bissa mostrano un forte desiderio di imparare la loro lingua e di riconnettersi con la cultura dei genitori; un interesse che egli ha riscontrato anche attraverso l’uso dei social network già da alcuni anni.
La cultura Bissa si esprime prima di tutto con il canto ed il ballo: purtroppo però senza conoscere la lingua si perde parte del livello comunicativo.
Ecco allora l’idea di un corso per poter riallacciare il legame con le proprie radici. Curiosamente, anche diversi adulti hanno chiesto di poter partecipare; poiché però le lezioni si tengono dalle 8:00 alle 11:00, il docente cercherà un sistema per riuscire a soddisfare anche le esigenze di coloro i quali intendono partecipare ma in quelle ore lavorano. Il programma di due settimane è stato stilato in base all’esperienza maturata l’anno precedente con un gruppo di bambini Bissa: l’apprendimento delle basi della lingua si è infatti rivelato piuttosto rapido, sempre in considerazione del fatto che i piccoli alunni avevano comunque un minimo di familiarità con i suoni.
Mediante l’iniziativa, il docente intende anche lanciare un messaggio alle autorità nazionali affinché promuovano l’apprendimento le lingue e la cultura locali. Il rischio che esse vadano altrimenti irrimediabilmente perdute è alto, secondo Toban Valery Zigani. Non solo per la mancanza di insegnanti, ma anche perché all’interno dei gruppi familiari sono sempre meno coloro i quali comunicano attraverso di esse.

 

 

Fonte: burkina24.com