I risultati dell’operazione antiterrorismo Taanli 3.

Militari del Burkina Faso
Members of the Burkinabe honor guard stand ready to be called to attention before the opening ceremony of Flintlock 2019, in Ouagadougou, Burkina Faso. Flintlock is an annual African-led, integrated military and law enforcement exercise that has strengthened key partner nation forces throughout North and West Africa as well as western special operations forces since 2005. (U.S. Navy photo by MC2 (SW/AW) Evan Parker / released) Public domain

Martedì 26 aprile 2022 si è tenuta a Dori, nel Sahel, una riunione seguita da una conferenza stampa, fra i capi di stato maggiore del Burkina Faso e del Niger. Nel corso di essa sono stati presentati i risultati dell’operazione antiterrorismo denominata Taanli 3.
Nell’area di confine fra le due nazioni sono stati eliminati circa 100 terroristi, arrestati 40 sospetti; 2 soldati sono morti e 2 sono rimasti feriti. Inoltre è stata recuperata diversa attrezzatura, fra cui motociclette, telefoni e materiale logistico. Due basi dei terroristi sono state distrutte.
Lo scopo dell’intervento era da un lato quello di diminuire la capacità bellica dei gruppi jihadisti e dei criminali che imperversano nell’area, dall’altro quello di proteggere la popolazione e le loro attività. Ciò ha consentito di distribuire agli abitanti circa 200 tonnellate di derrate alimentari, quali zucchero, cereali ed olio.

Soddisfazione è stata espressa dai vertici militari.