Giornata Mondiale dell’Autismo in Burkina Faso: Il ruolo della comunità nell’integrazione.

Spesso parlando del Burkina Faso ci si concentra su tematiche ben note all’opinione pubblica, come terrorismo, cambiamenti climatici, salute, dramma dei profughi, ambiente, ecc, ma banalmente la popolazione ha a che vedere anche con problemi quotidiani che affliggono le società di tutto il mondo.

Lo scorso 29 marzo 2022 l’Association burkinabè d’accompagnement psychologique et d’aide à l’enfance (ABAPE) ha celebrato la giornata mondiale dell’autismo con una conferenza sul tema “Autismo ed inclusione sociale: il ruolo della comunità per un’effettiva integrazione”.

Quello dell’integrazione delle persone autistiche nella società è un tema che raramente conquista le pagine dei giornali, un po’ ovunque. Essa è soprattutto importante per i bambini, per poter procedere con l’integrazione sin dall’infanzia, da scuole ed asili. Purtroppo nella società burkinabé i bambini con disabilità, in particolare quelli con autismo, sono oggetto di disprezzo, rifiuto e messaggi umilianti, addirittura di ostracismo; non solo da parte dei coetanei, ma anche degli adulti.
Si tratta però di bambini che, se ben seguiti dalle istituzioni scolastiche, possono essere integrati nel sistema educativo tradizionale ed essere poi in grado di vivere una vita normale e contribuire alle società. La sindrome di Asperger o autismo non è una malattia contagiosa, e benché si possa presentare con diversi livelli di gravità, sono molti i personaggi noti che rientrano nel gruppo: Anthony Hopkins, Andy Warhol, H.P. Lovecraft,David Byrne, Tim Burton, Stanley Kubrick, Dan Aykroyd, Elon Musk solo per citarne alcuni.
Purtroppo le discriminazioni nei confronti degli individui affetti dalla suddetta sindrome sono diffuse in Burkina Faso, soprattutto nel periodo dell’infanzia; molto è dovuto all’ignoranza delle persone, ma anche perché le istituzioni non sensibilizzano sufficientemente la popolazione su tale tematica. Le discriminazioni causano problemi di sviluppo, socializzazione, educazione ed integrazione, e possono contribuire al peggioramento del quadro clinico. Per tale motivo è ancora più importante far capire alla popolazione che è necessario integrare loro come tutte le fasce deboli, e che non si tratta di cittadini di serie B, bensì di esseri umani come tutti gli altri, alcuni dei quali anche geniali, nel loro specifico campo.

La giornata mondiale dell’autismo è stata celebrata con altre iniziative, come un panel, la passeggiata chiamata “I walk for autism”, ed un’incontro fra genitori, bambini e vari attori coinvolti.