Rss

Covid-19 in Burkina Faso: l’Unione Europea offre oltre 170.000 maschere protettive a 14 organizzazioni e associazioni.

Lo scorso 1° luglio una delegazione dell’Unione europea ha donato circa 170.000 maschere protettive a 14 organizzazioni e istituzioni del Burkina Faso che le destineranno a popolazioni vulnerabili e personale coinvolto in attività sociali a contatto con il pubblico, quindi ad alto rischio. Ad esempio operatori sanitari, operatori di comunità, alunni e studenti, migranti, associazioni giovanili e femminili, funzionari civili, partecipanti a sessioni di formazione e sensibilizzazione, leader religiosi.

La cerimonia è stata presieduta dall’ambasciatore Wolfram Vetter, capo delegazione dell’Unione europea in Burkina Faso e da Joãozinho Mendes, Commissaire chargé du Département du Marché Régional, du Commerce, de la Concurrence et de la Coopération (DMRC) in rappresentanza del presidente della commissione dell’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale (UEMOA).

Source: https://eeas.europa.eu/ Da sinistra a destra: il rappresentante UEMOA, il rappresentante dei beneficiari e l’ambasciatore UE Vetter

Questa donazione di maschere protettive fa parte del Programma di supporto per lo sviluppo delle capacità istituzionali della Commissione WAEMU (PARCI), finanziato dall’Unione Europea, e del piano di supporto #TeamEurope in Burkina Faso per aiutare il paese a combattere la pandemia.

Un a nota importante è che le maschere protettive in questione sono state realizzate in Burkina Faso da artigiani locali. Ciò contribuisce quindi allo sviluppo dell’economia e al sostegno alle piccole e medie imprese.

I funzionari africani hanno espresso i loro ringraziamenti per gli aiuti passati, presenti e futuri da parte dell’Unione Europea per combattere il Covid-19, ma anche per il continuo sostegno a 360° dato alla popolazione Burkinabé, i cui segni tangibili sono presenti in tutto il paese.

 

Fonte: Délégation de l’Union européenne au Burkina Faso

I commenti sono chiusi.