Attacchi dei terroristi nel nord est del Burkina Faso

Militari del Burkina Faso
Members of the Burkinabe honor guard stand ready to be called to attention before the opening ceremony of Flintlock 2019, in Ouagadougou, Burkina Faso. Flintlock is an annual African-led, integrated military and law enforcement exercise that has strengthened key partner nation forces throughout North and West Africa as well as western special operations forces since 2005. (U.S. Navy photo by MC2 (SW/AW) Evan Parker / released) Public domain

Lo scorso 2 luglio 2022 a Namissiguima (Yatenga), essi hanno ucciso 3 civili e 6 volontari per la difesa della patria (VDP), rubato il bestiame e causato diversi danni.

Nella notte tra domenica e lunedì 4 luglio 2022 individui armati hanno attaccato il casello autostradale di Pâ, cittadina rurale della provincia di Balé (regione di Boucle du Mouhoun). Successivamente gli hanno dato fuoco.

Negli stessi momenti, la popolazione di Bourasso (una cittadina situata vicino a Dédougou), nella provincia di Kossi, è stata trucidata senza pietà: 22 i morti fra uomini, donne e bambini, a cui si aggiungono feriti e danni materiali.

A causa dell’insicurezza dovuta agli attacchi del 30 giugno 2022, gli abitanti di Madiasso, nel comune di Mangodara, regione delle Cascate, stanno abbandonando il villaggio per rifugiarsi a Banfora, a 65 Km.

 

 
Fonti: Burkina Information Agency, TV5MONDE, lefaso.net