Rss

Presentazione progetto

Il progetto di “Partenariato territoriale tra la Provincia autonoma di Bolzano e le Regioni Sud-Ovest e Sahel del Burkina Faso nei settori della sicurezza alimentare e approvvigionamento idrico” si prefigge l’obiettivo di contribuire alla sicurezza ed alla sovranità alimentare, migliorando le condizioni di vita della popolazione residente nei villaggi di Nanè e Touka, a sostegno della strategia nazionale di lotta contro la povertà in Burkina Faso. In particolare, esso intende contribuire all’Obiettivo specifico 1 del “Documento di sintesi dell’iniziativa ACRI: Partenariat pour un developpement durable entre l’Italie et le Burkina Faso”, inteso allo sviluppo di un approccio integrato per rinforzare la capacità dei produttori agricoli e familiari, nonché le loro forme associative.

Il progetto è indirizzato ai seguenti soggetti:

  • popolazione del raggruppamento dei villaggi di Touka (4000 abitanti circa)
  • popolazione del villaggio di Bapla-Nanè (1900 abitanti circa)
  • associazione donne di Nanè e Dorì (25 – 30 persone per associazione)
  • servizi tecnici locali ed imprese

I territori interessati sono fondamentalmente due: il dipartimento di Dorì (di cui fanno parte i villaggi Touka) e la zona di Bapla – Nanè. Il primo è stato individuato come area di intervento in seguito ad un partenariato già precedentemente avviato con esito positivo.

Le attività sul campo sono state dunque suddivise fra i succitati territori, mentre per la città di Bolzano il programma prevede un incontro atto a promuovere lo scambio di conoscenze fra imprenditori, amministratori ed altri soggetti interessati, provenienti dalla provincia di Bolzano e dal Burkina Faso. Di seguito l’elenco degli interventi previsti, come riportato nella documentazione ufficiale del progetto:

  1. Realizzazione di un sistema di approvvigionamento idrico potabile denominato AEPS (adduction d’eau potable simplifié) per il villaggio di Nanè (Regione Sud-Ovest).
  2. Realizzazione di un perimetro orticolo a Nanè (Regione Sud-Ovest).
  3. Implementazione della rete idrica potabile (AEPS) a beneficio dei villaggi Touka (Regione du Sahel)
  4. Realizzazione di un piccolo vivaio nel Comune di Dori (Regione del Sahel)
  5. Valorizzazione dei pozzi pastorali nel Comune di Dori (Regione del Sahel)
  6. Realizzazione di una piattaforma multifunzionale a Nanè (Regione Sud-Ovest)
  7. Organizzazione di iniziative di scambio di know how e formazione tra imprese della Provincia autonoma di Bolzano/Bozen attive nel settore idrico ed il Burkina Faso.

Si interviene quindi sulle aree dell’agricoltura e dell’approvvigionamento idrico, andando però ad agire anche sull’aumento della conoscenza e delle competenze allo scopo di sostenere lo sviluppo a livello economico, sociale ed educativo.

Per le suddette attività, il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Miglioramento dell’accesso all’acqua ad uso potabile ed agricolo.
  • Avviamento dell’attività orticola e vivaistica.
  • Miglioramento delle condizioni di vita della popolazione rurale attraverso la realizzazione e l’uso di una piccola infrastruttura socio-economica (piattaforma multifunzionale).
  • Avviamento di scambi di know how tra imprese e tecnici della Provincia autonoma di Bolzano/Bozen attive nel settore idrico, ed il Burkina Faso.

Il raggiungimento degli obiettivi consentirà un miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni interessate, promuovendo sicurezza alimentare, controllo sulla propria politica agro alimentare, e sostenibilità dell’annessa produzione.

Allo scopo di portare a compimento il progetto, sono stati stanziati fondi pari a 275.000€, ripartiti secondo lo schema seguente:

DETTAGLIO ATTIVITÀ

1) REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI APPROVVIGIONAMENTO IDRICO POTABILE (AEPS) PER IL VILLAGGIO DI NANÈ (REGIONE SUD OVEST)

L’intervento consiste nell’installazione di una cisterna in acciaio inox da circa 15 metri cubi per lo stoccaggio di acqua potabile con un sistema di pompaggio. Quest’ultimo sarà composto da una pompa ad immersione alimentata da pannelli solari. Per prelevare l’acqua di falda sana sarà eseguita una perforazione per realizzare il pozzo e saranno effettuate analisi chimico-fisiche e microbiologiche dell’acqua allo scopo di verificarne la potabilità. Mediante un sistema di tubazioni in PE HD (polietilene ad alta densità) di circa 2 Km verranno alimentate le fontane del villaggio ed alcuni edifici di interesse pubblico come la scuola. Sarà identificato e formato con appositi seminari il Comitato di gestione dell’AEPS. Sarà condotta una nuova indagine di mercato in Burkina Faso allo scopo di verificare la reperibilità ed i costi di acquisto delle componenti necessarie alla realizzazione dei sistemi di distribuzione d’acqua potabile. Tali componenti, trattandosi di fornitura di acqua potabile, dovranno rispondere a standard qualitativi ed avere le certificazioni relative. Qualora gli esiti di tale indagine fossero negativi, si prevede l’acquisto in Italia delle componenti principali quali cisterna in acciaio inox e tubazioni PE HD certificate per l’acqua potabile. Il materiale necessario all’impianto, che deve soddisfare opportuni standard qualitativi, verrà acquistato in Italia, data la constatata impossibilità di reperimento in loco. La logistica per l’invio delle attrezzature dall’Italia al Burkina sarà gestita dall’Associazione Amici del Burkina Faso di Bressanone (Bz). Si prevede inoltre un confronto con altre iniziative nella regione nel settore dell’acqua, come ad esempio quelle realizzate dal progetto di water facility dal CISV.

2) REALIZZAZIONE DI UN PERIMETRO ORTICOLO A NANÈ (REGIONE SUD OVEST)

La superficie interessata è indicativamente di 1 ettaro. Saranno predisposti sistemi di irrigazione e si effettuerà la sistemazione del terreno necessaria ad accogliere gli orti che andranno a beneficio delle donne del villaggio facenti parte dell’Associazione WNIN-SOW. È prevista la formazione con seminari specifici (compostaggio, preparazione dei vivai e dei letti di semina, tecniche orticole legate al trapianto, alla concimazione ed alla lotta fitoparassitaria). Saranno inoltre messi a disposizione semplici attrezzi agricoli per l’attività orticola delle donne. Le partecipanti verranno organizzate in gruppi da 25-30 donne.

3) IMPLEMENTAZIONE DELLA RETE IDRICA POTABILE (AEPS) A BENEFICIO DEI VILLAGGI DELLA ZONA DI TOUKA (REGIONE DEL SAHEL)

Trattandosi di più villaggi facenti parte del raggruppamento di Touka, si vuole ampliare la rete di approvvigionamento legata alla cisterna ed alle tubazioni (6 km) già fornite dal Programma della Provincia di Bolzano nell’ambito del Programma di sviluppo del Comune di Dori. Ciò garantirà una maggiore efficienza nell’uso della cisterna e permetterà di ampliare il numero delle persone che avranno accesso all’acqua potabile.

4) REALIZZAZIONE DI PICCOLI VIVAI NEL COMUNE DI DORI (REGIONE DEL SAHEL)

Con l’obiettivo di valorizzare le potenziali fonti di acqua ad uso irriguo presenti (bouli, fontane) si vuole promuovere la realizzazione di piccoli vivai per specie orticole, arbustive ed arboree autoctone (ad es. Acacie spp, Ballanites). L’obiettivo è quello di avviare colture agroforestali anche ad uso alimentare, ad integrazione di una dieta povera di vitamine e di promuovere iniziative di riforestazione. La vendita di specie forestali potrà inoltre rappresentare un’interessante fonte di reddito per la popolazione locale.

5) VALORIZZAZIONE DEI POZZI PASTORALI NEL COMUNE DI DORI (REGIONE DEL SAHEL)

La presenza di attività pastorali nella regione, ha portato alla realizzazione di 40 pozzi atti allo scopo, che attingono alla falda superficiale. La cronica carenza di acqua nella regione ha portato la popolazione ad attingervi acqua per uso potabile domestico. È stata quindi effettuata una prima parziale campagna di analisi in collaborazione con i laboratori della Provincia di Bolzano e sono state realizzati abbeveratoi e prese d’acqua a protezione dei pozzi. Si rende necessario avviare un’ulteriore campagna di formazione dei comitati di gestione dell’acqua e di supervisione dello stato dei pozzi, garantendo uno sfruttamento sostenibile. Ciò è particolarmente importante trattandosi spesso di gruppi che si muovono accompagnando le mandrie transumanti.

6) REALIZZAZIONE DI UNA PIATTAFORMA MULTIFUNZIONALE A NANÈ (REGIONE SUD OVEST)

Con l’obiettivo di permettere alle donne dell’Associazione WNIN-SOW di macinare cereali ad uso alimentare e prodotti foraggeri per l’alimentazione degli animali, si intende costruire un piccolo edificio con la piattaforma multifunzionale composta da motore e mulino, con possibilità di produrre corrente elettrica (illuminazione, saldatura, ricarica cellulari telefonici) mediante un gruppo elettrogeno. Inoltre è prevista la formazione dei beneficiari incaricati della gestione e manutenzione delle attrezzature.

7) INIZIATIVE DI SCAMBIO DI KNOW HOW E FORMAZIONE TRA IMPRESE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO ATTIVE NEL SETTORE IDRICO ED IL BURKINA FASO

La pluriennale esperienza nel campo dei progetti di approvvigionamento idrico in Burkina Faso ha permesso di mettere in rilievo la potenzialità di tale settore per le imprese della Provincia di Bolzano. Contemporaneamente è di grande importanza che i servizi tecnici del Burkina Faso possano fare esperienza diretta sulla qualità dei sistemi prodotti e della rete dei servizi (irrigui e potabili) presenti in Provincia di Bolzano. Con questa attività si vuole sostenere sia scambi Sud-Sud che scambi Nord Sud, con l’eventuale partecipazione di qualche impresa della Provincia alla fiera di Ouagadougou SIAO.

8) MISSIONI DI PARTNER DEL PROGETTO

Missione di definizione ed avvio del programma, missione di valutazione in itinere e missione di valutazione conclusiva, missioni istituzionali dei partner.

9) VALUTAZIONE ESTERNA

È prevista una valutazione esterna finale del progetto.

10) DIFFUSIONE DEI RISULTATI

11) COORDINAMENTO E GESTIONE PROGETTO

Allo scopo di dare visibilità e di diffondere i risultati ottenuti si prevedono attività tipo: redazione di materiale informativo, pubblicazioni varie, produzione di materiale fotografico, bollettini, ecc. da diffondere in Burkina ma anche in Italia. I fondi a disposizione sono stati ripartiti secondo la quanto descritto nella seguente tabella:

  ATTIVITÀ EURO
1 AEPS ACQUA POTABILE NANÈ 85.000
2 ORTI NANÈ 15.000
3 AMPLIAMENTO AEPS ACQUA POTABILE TOUKA (DORI) 50.000
4 VIVAI DORI 10.000
5 VALORIZZAZIONE DEI POZZI PASTORALI (DORI) 10.000
6 PIATTAFORMA MULTIFUNZIONALE 17.000
7 INIZIATIVE DI SCAMBIO E FORMAZIONE 18.000
8 MISSIONI 12.000
9 VALUTAZIONE 3.000
10 DIFFUSIONE DEI RISULTATI 10.000
  TOTALE ATTIVITÀ 230.000
11 COORDINAMENTO, E GESTIONE PROGETTO (13%) 30.000
  TOTALE GENERALE 260.000